Sulla fotografia

foto 5-1

“Chiunque avrà avuto occasione di osservare un quadro, ma soprattutto una scultura e persino un’architettura, si colgono molto più facilmente in fotografia che dal vivo. Si è tentati di attribuire senza mezzi termini la ragione di questo fenomeno al degrado del senso artistico, a una mancanza dei contemporanei. Si oppone tuttavia a tale interpretazione la consapevolezza che, all’incirca nello stesso periodo in cui sono state elaborate le tecniche di riproduzione, si è trasformato il modo di concepire le grandi opere. Non è più possibile considerarle prodotti di singoli individui: sono divenute creazioni collettive, tanto imponenti che le si può assimilare solo a condizione di ridurne le dimensioni. In fondo i metodi di riproduzione meccanica sono una tecnica di riduzione e ci consentono di raggiungere quel livello di dominio sulle opere senza cui essere non sono più fruibili.”

Walter Benjamin, Piccola storia della fotografia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *