Letteratura e filosofia

temp_file20141028-16184-1a5djt3

Perché il pensare e l’esistere devono star sempre su due differenti piani? Perché il tentativo di Hegel di trasformare i processi soggettivi in processi obiettivi del mondo non può riuscire? “E’ la speciale arte e l’oggetto del pensiero raggiungere l’esistenza con tutt’altri metodi che quelli dell’esistenza stessa”. Vale a dire che la realtà non può diventare l’ideale, il sogno: e non è affare dell’artista arrotare una scure, tentar di imporre la propria visione della vita al mondo esistente. L’Arte non è il tentativo dell’artista di conciliare l’esistenza con la visione; è il tentativo di creare il suo proprio mondo dentro questo mondo normale. Ciò che suggerisce il soggetto all’artista è la dissomiglianza con ciò che noi accettiamo com realtà. Noi facciamo la scelta, portiamo nella luce… solleviamo più in alto.

K. Mansfield, Quaderno d’appunti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *