Codice etico

Il codice etico è costituito da nove articoli e riguarda la condotta professionale di arteterapeuta, musicoterapeuta, formatore, consulente, operatore musicale, counselor  che operano all’interno dell’associazione La prima radice.

Articolo 1. Il presente codice etico deve essere sottoscritto da tutti gli operatori dell’associazione culturale “la prima radice” che ne debbono rispettare gli articoli.

Articolo 2. Tutti gli operatori dell’associazione “la prima radice” sono tenuti a operare nel totale e pieno rispetto della dignità della persona e nel rispetto delle leggi vigenti (in particolare legge 4/2013).

Articolo 3. E’ fatto divieto assoluto agli operatori di avvalersi di registrazioni video e audio per dimostrazioni in corsi formativi o workshop, o per la pubblicazione sia cartacea, sia in internet. Ogni documentazione su laboratorio, seduta arteterapeutica, consulenza e ogni attività svolta è di proprietà dell’associazione “la prima radice” e dell’eventuale Istituzione che ne ospita l’attività e non può essere in alcun modo pubblicizzata attraverso l’uso di foto o video che violino la privacy della persona.

Articolo 4. Tutti gli operatori sono tenuti a frequentare corsi di aggiornamento esterni all’associazione in ambito pedagogico, educativo, artistico, musicale, per un totale di almeno 4 ore annuali di frequenza. Sono tenuti altresì a frequentare 16 ore annuali di incontri, lezioni, seminari organizzati dell’associazione per l’aggiornamento professionale.

Articolo 5. Nella pratica arteterapeutica e musicoterapeutica gli operatori dell’associazione sono tenuti ad informare dettagliatamente la famiglia o la persona delle attività del setting e a relazionare in forma scritta per ogni ciclo di sedute.

Articolo 6. Gli operatori sono tenuti a stipulare un’assicurazione personale per svolgere le attività previste.

Articolo 7. In tutte le attività formative e nei workshop è obbligatorio far compilare ai frequentanti il modello di valutazione della docenza e dell’organizzazione, preposto dall’associazione.

Articolo 8. Gli operatori devono svolgere le attività con l’esclusivo compenso del contributo previsto dall’associazione.

Articolo 9. Gli operatori dell’associazione che non rispettino il presente codice etico perdono la qualifica di socio.