Rivista on line FILART

Leggi

Poesia e arte

L'estetica contemporanea assegna alla poesia un primato sulle arti. Anche Heidegger conferisce questa primarietà; ogni arte nella misura in cui storicizza un evento di verità è poesia, che fa sì che l'arte sia vera arte. Non è più poesia come arte della parola, ma una nuova misura con cui si…

Una prospettiva autentica

Pubblichiamo qui le conclusioni di un articolo di Lo Verso e Giorgi, che troviamo molto vicino alla nostra visione di terapia e cura. Una prospettiva che, lontana dai protocolli mindfulness e dalle terapie cognitiviste e d'integrazione mente-corpo, vede nella relazione il fulcro di ogni trasformazione e di tutti i processi di apprendimento. …

Sublimazione, arte, crudeltà

Sappiamo che la civiltà produce infelicità perché le norme sociali ci richiedono spesso di agire in modo da non assecondare esattamente tutti i desideri che consentirebbero di accrescere la nostra lista di grati cazioni. D’altra parte, sono proprio i legami sociali “inibiti nella meta” a creare le comunità, almeno da…

L’arte della vecchiaia

La svolta nella rappresentazione dell'individualità, che si compie, come ho accennato, nel suo ultimo periodo, è legata al condizionamento dell'arte della vecchiaia. La vecchiaia, dice Goethe, è un graduale ritirarsi del fenomeno. Quanto più invecchiamo, tanto più per così dire si paralizzano reciprocamente le variegate esperienze, le sensazioni e le…

Tecnica e Arte

Quando siamo coinvolti in una tecnica e nel suo linguaggio, ci comportiamo da specialisti, con il rischio di divenire incapaci di cogliere schemi più generali o, se vi riusciamo, di farlo solo in termini molto specifici. Un musicista che cerchi di fornire una spiegazione, la darà in termini musicali sfuggendo…

La forma artistica

"La forma è temporale, perché consiste solo nella contrapposizione e nella relazione reciproca tra i contenuti dell'intuizione, ed è priva di forza, perché in quanto forma non può esercitare alcun effetto: solo all'interno della vita che continua a fluire nel profondo e del suo processo causale, anche questo stadio si…

Esperienza del tempo

“Esperienza 3. Osservando la lancetta di un orologio da parete, il paziente dichiarava quanto segue: ‘Che cosa dovrei dare con l’orologio? Devo guardarlo sempre. Sono irresistibilmente spinto a guardare l’orologio. Quanto tempo c’è io sono sempre di nuovo diverso. Se l’orologio alla parete non ci fosse, dovrei morire. Non sono…

Letteratura e filosofia

Perché il pensare e l'esistere devono star sempre su due differenti piani? Perché il tentativo di Hegel di trasformare i processi soggettivi in processi obiettivi del mondo non può riuscire? "E' la speciale arte e l'oggetto del pensiero raggiungere l'esistenza con tutt'altri metodi che quelli dell'esistenza stessa". Vale a dire…

Sulla pittura

"L'orientamento psicologico opera sempre una singolarizzazione e dunque un certo irrigidimento, che si sottrae alla totalità della vita presente in ogni attimo, che invece fluisce continuamente. La rappresentazione dell'uomo in Rembrandt è animata di spiritualità in sommo grado, ma non è psicologica: una differenza la cui profondità passa facilmente inosservata…

Sulla fotografia

"Chiunque avrà avuto occasione di osservare un quadro, ma soprattutto una scultura e persino un'architettura, si colgono molto più facilmente in fotografia che dal vivo. Si è tentati di attribuire senza mezzi termini la ragione di questo fenomeno al degrado del senso artistico, a una mancanza dei contemporanei. Si oppone…